Amorelli

Salvatore detto Totò Amorelli, classe 1959, incarna perfettamente uno degli elementi artistici della sua amata Sicilia: il Barocco rococò.

Nato come orafo ma innamorato della pipa, ben presto si accorse che se di orafi la Sicilia era piena, i costruttori di pipe invece scarseggiavano e così nel 1982 nacquero le pipe Amorelli.

Tutto è autoctono, per quanto è possibile, ma sopratutto Siciliana è la radica, che viene fatta stagionare  cinque anni e che poi viene interpretata nelle forme che Salvatore ha in testa.

Vulcanico come l’Etna e ribollente come esso, ogni sua pipa è un pezzo unico marchiato da 1 a 5 stelle in base alla bellezza della radica; dall’arte orafa Totò ha importato alcune tecniche che gli permettono di piegare e modulare la radica in maniera del tutto unica.

I bocchini sono quasi sempre in metacrilato e lo stemma è una barretta d’oro tra cannello e bocchino. Tutto questo fa si che questo marchio sia davvero un eccellenza al punto che perfino Clinton e Papa Woytila quando ne ebbero una in regalo da Totò restarono commossi ed estasiati.


Materiale bocchino
Diametro esterno fornello
Diametro interno fornello
Lunghezza pipa
Inserti
Forma
Finissaggio
Disponibilità Prodotto
Nazione
Vere

Visualizzazione del risultato singolo